Modello 730/2020: nuove scadenze e assistenza a distanza

Modello 730/2020: nuove scadenze e assistenza a distanza

Come tutti ormai sappiamo, il COVID-19 ha demolito il nostro concetto di normalità e ha avuto ripercussioni anche sugli studi professionali. Infatti, il Governo ha preferito anticipare di un anno il prolungamento della campagna fiscale e ha disciplinato l’assistenza fiscale a distanza.

Quali sono le date a ricordare?

Il Decreto Legge n.23 dell’8 aprile 2020 (c.d. Decreto Liquidità), con l’art.22, ha prorogato ulteriormente la data ultima per la trasmissione all’Agenzia telematica dei modelli CU e la successiva consegna al lavoratore dipendente da parte dei sostituti di imposta.

Di conseguenza i modelli 730 e Redditi precompilati sono messi a disposizione dei cittadini, dei professionisti e dei CAF a partire dal 5 maggio 2020.

Il termine ultimo per la presentazione del modello 730/2020 è stato slittato al 30 settembre, mentre rimane invariata (al momento) la scadenza del 30 novembre relativa al modello UNICO/2020.

I CAF e i Professionisti abilitati devono trasmettere i modello 730/2020 secondo il calendario che segue:

Periodo di presentazione al Caf o al Professionista della dichiarazioneTermine entro il quale il Caf o il Professionista trasmette la dichiarazione all'Agenzia delle Entrate
Entro il 31 maggio15 giugno
Dal 1º al 20 giugno29 giugno
Dal 21 giugno al 15 luglio23 luglio
Dal 16 luglio al 31 agosto15 settembre
Dal 1º al 30 settembre30 settembre

Così quindi, ade esempio, se il contribuente, lavoratore dipendente, volesse ricevere il credito risultante dal proprio Modello 730/2020 nella busta paga relativa al mese di luglio, dovrà presentare al CAF copia di tutta la documentazione a sostegno di redditi, ritenute, detrazioni, deduzioni e crediti d’imposta entro il 20 giugno 2020, affinché il dichiarativo possa essere inviato entro il 29 giugno.

Come rispettare le scadenze e gestire l’assistenza fiscale a distanza?

Il Decreto Liquidità, con l’art. 25, ha introdotto la c.d. assistenza fiscale a distanza che permetterebbe ai CAF e ai Professionisti abilitati di gestire tutte le attività proprie dell’assistenza fiscale e in particolare la predisposizione del Modello 730 a distanza, utilizzando strumenti informatici. È possibile, quindi, che il contribuente invii al CAF o al professionista copia in formato digitale (una scansione o una fotografia fatta con lo smartphone) della delega sottoscritta per l’accesso ai dati messi a disposizione con la dichiarazione precompilata e accompagnata dal documento d’identità.

In caso di necessità, al posto della sottoscrizione della delega, il contribuente può inviare al CAF o al professionista abilitato, in via telematica, copia per immagine di un’apposita autorizzazione predisposta in forma libera e sottoscritta.

Attenzione: la norma stessa impone che. terminata l’emergenza, le deleghe sottoscritte dal contribuente, che non poteva adempiere prima dell’invio della propria dichiarazione, vengano poi raccolte e conservate nelle consuete modalità.

pippo967